Condividi con gli amici
  • gplus
  • pinterest
Sul doppio cognome da dare ai figli decisione della Camera rimandata

I genitori si sono sentiti a un passo nel poter scegliere il cognome da dare ai propri figli visto che la Commissione Giustizia alla Camera aveva approvato il 10 luglio il testo sul doppio cognome ma la Camera dei deputati ha fatto inversione di marcia.

Dopo varie battaglie condotte da più fronti e la bacchettata di Strasburgo, era stato presentato una bozza del della proposta di legge che avrebbe permesso ai genitori di assegnare il proprio cognome ai figli. La Corte europea del diritti dell'uomo nel gennaio scorso ha condannato infatti l'Italia per violazione del principio d'uguaglianza "perché negare la possibilità di trasmettere il cognome della madre discrimina le donne", cercando di allineare il nostro Paese agli altri Paesi europei. Ma il testo, approdato lunedì 14 in Aula per la discussione generale, non è stato approvato rimandando la decisione a data da destinare.

Lo stop inaspettato della Camera riaccende una battaglia culturale mai superata. In pratica secondo la proposta a un figlio può andare il cognome del padre o quello della madre o di entrambi, senza alcuna discriminazione nei confronti di un membro della coppia.

I primi tre articoli erano stati già approvati dopodiché le votazioni si sono interrotte. I nodi del dibattito pare siano stati relativi al dopo cioè nel momento in cui i figli diventano a loro volta genitori devono scegliere solo un cognome da trasmettere alla propria discendenza. Secondo i detrattori della proposta di legge, spetterebbe ai nonni stabilire, da subito, quale dei due cognomi dovrà andare ai loro nipoti.


 

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Politica e politici: notizie sulla politica che si fa raccontare non rivendica alcuna paternità e proprietà.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Autore

La Redazione

La Redazione

La redazione di Politica e Politici ricerca ogni giorno le principali notizie al fine di narrare con cura di particolari gli avvenimenti della politica italiana e non solo.

Commenti

Aggiungi un Commento

Lunghezza massima 2000 caratteri