Condividi con gli amici
  • gplus
  • pinterest
Statali: meno vecchi e largo ai giovani

A sentirlo scandire pare davvero uno di quegli slogan da politico di lungo corso: "Pubblica amministrazione: meno vecchi e più giovani!" e pensare invece che a pronunciarlo è la "giovane ministro" Anamaria Madia.

Adesso lo sguardo "minaccioso" del governo Renzi si posa sui dipendenti pubblici dove aleggia il termine "prepensionamenti". Il cambio di indirizzo lo ha fatto capire il ministro della Pubblica amministrazione, Annamaria Madia, partendo dall’immediato prepensionamento di quella parte della spending review del commissario Cottarelli che ha calcolato in 85mila gli esuberi nel settore statale.

«Sono un numero e una terminologia assolutamente sbagliati e distorti, volgiamo provando a ottenere uscite anche con prepensionamenti» e di sostituire chi va via con dipendenti giovani.
«A me sta a cuore — prosegue — trovare risorse per aiutare ragazze e ragazzi che da troppo tempo non riescono a entrare in modo sano nella Pa».
Stando sempre alle parole del ministro l’altro pilastro della riforma sarà «una sana mobilità obbligatoria» che ovviamente andrà legata a una revisione di tutte le piante organiche. La riforma sembra parlare chiaro e proporre una ricetta tra le più temute dai sindacati: prepensionamenti, assunzione di giovani e mobilità obbligatoria.

I sindacati non stanno certo a guardare (come al solito aggiungerei) e per voce del segretario CGIL Camusso fanno sapere: «Siamo pronti a sfidare il governo sulla riforma della Pa»

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Politica e politici: notizie sulla politica che si fa raccontare non rivendica alcuna paternità e proprietà.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Autore

La Redazione

La Redazione

La redazione di Politica e Politici ricerca ogni giorno le principali notizie al fine di narrare con cura di particolari gli avvenimenti della politica italiana e non solo.

Commenti

Aggiungi un Commento

Lunghezza massima 2000 caratteri