Condividi con gli amici
  • gplus
  • pinterest
Paesi produttori: Italia scende all'ottavo posto superata da India e Brasile

Le industrie dei Paesi emergenti volano e scavalcano l'Italia. India e Brasile superano il Belpaese per le attività di manifattura e così arretriamo all'ottavo posto tra le potenze mondiali. Un rapporto del Centro studi di Confindustria dimostra che dal 2007 al 2013 l'Italia ha avuto un calo produttivo del 5% contrariamente all'India cresciuta del 6,2% e il Brasile dello 0,8%. Se consideriamo il periodo 2001-2013 dal rapporto si denota come l'Italia abbia avuto un calo dei volumi prodotti superiori al 25% (che invece sono cresciuti oltre il 36% a livello mondiale) ma anche visto la chiusura di 120.000 fabbriche e la perdita di più di un milione di posti di lavoro.

Numeri che il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi ha commentato come un "bollettino di guerra" aggiungendo però che "non siamo vittime di un destino crudele e ineluttabile, siamo noi che possiamo e dobbiamo costruire il nostro futuro". Quello che però serve è "un salto di mentalità, una svolta chiara e decisa". Infine un messaggio di fiducia: "mi pare che si stiano creando le condizioni per questa svolta".

Tra i punti deboli che hanno fatto scivolare l'Italia in graduatoria secondo il Centro Studi ci sarebbe il calo della domanda interna, l'asfissia del credito, l'aumento del costo del lavoro slegato dalla produttività, la redditività che ha toccato nuovi minimi. Oltre ai "condizionamenti europei".

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Politica e politici: notizie sulla politica che si fa raccontare non rivendica alcuna paternità e proprietà.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Autore

La Redazione

La Redazione

La redazione di Politica e Politici ricerca ogni giorno le principali notizie al fine di narrare con cura di particolari gli avvenimenti della politica italiana e non solo.

Commenti

Aggiungi un Commento

Lunghezza massima 2000 caratteri