Condividi con gli amici
  • gplus
  • pinterest
La commissione trasporti dice no al

Brutta notizia per il popolo dei ciclisti. Il contromano in Italia sulle due ruote rimarrà ancora un sogno. C'erano molte speranze tra gli amanti della bicicletta di vedere inserito nel codice della strada il "senso unico eccetto bici" come avviene regolarmente in altri paesi europei come ad esempio Belgio, Germania e Francia oppure nel Nord Europa. E invece niente da fare: un emendamento presentato da Scelta Civica e accolto dalla commissione trasporti della Camera ha annullato questa ipotesi. Non ci sarà nessun senso inverso percorribile per i ciclisti.

La proposta non riguardava tutte le strade ma interessava le aree dove il limite per le automobili è già di 30 km/h, con una carreggiata larga oltre quattro metri e sempre a discrezione del sindaco. E adesso anche la delusione viaggia a senso unico: chiedere alle associazioni dei ciclisti che ormai speravano di aver ottenuto la tanto attesa svolta... 

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Politica e politici: notizie sulla politica che si fa raccontare non rivendica alcuna paternità e proprietà.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Autore

La Redazione

La Redazione

La redazione di Politica e Politici ricerca ogni giorno le principali notizie al fine di narrare con cura di particolari gli avvenimenti della politica italiana e non solo.

Commenti

Aggiungi un Commento

Lunghezza massima 2000 caratteri