Condividi con gli amici
  • gplus
  • pinterest
Inflazione, il calo maggiore è per i prezzi di frutta e verdura

Frutta e verdura vanno giù. A causa della (sempre lei) crisi dei consumi ma anche dall'andamento stagionale anomalo che ha provato più di una conseguenza. Con un calo dei prezzi del 6% la frutta e la verdura hanno fatto segnare il ribasso delle quotazioni più accentuato rispetto allo scorso anno. Lo ha affermato Coldiretti commentando così i dati Istat in merito all'inflazione che ha evidenziato timidi segnali di ripresa lo scorso mese di aprile.

Un piccolo cambio di rotta, come fa notare Coldiretti, che ha trovato ossigeno nelle festività di Pasqua e nei ponti successivi quando 15 milioni di italiani si sono recati in vacanza e un aumento record dell’1,7% dei prezzi nei trasporti.

Ma gli italiani a tavola scelgono ancora la sobrietà e per le tavole bandite durante la Pasqua l'aumento dei prezzi degli alimenti, sottolinea ancora Coldiretti, è stato dello 0,5%, dato minore della media generale. Hanno riscontrato diminuizioni il pesce fresco (2,1%) mentre un'impennata c'è stata per i prodotti tipici pasquali come la carne ovina e caprina (+2,3%).

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Politica e politici: notizie sulla politica che si fa raccontare non rivendica alcuna paternità e proprietà.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Autore

La Redazione

La Redazione

La redazione di Politica e Politici ricerca ogni giorno le principali notizie al fine di narrare con cura di particolari gli avvenimenti della politica italiana e non solo.

Commenti

Aggiungi un Commento

Lunghezza massima 2000 caratteri