Condividi con gli amici
  • gplus
  • pinterest
Alluvione nel Trevigiano, il presidente Zaia chiede lo stato di emergenza

Dopo la bomba d’acqua che si è abbattuta con tutta la sua potenza nella zona di Refrontolo, nel Trevigiano, facendo tracimare un piccolo torrente, il Lierza, che ha spazzato via in poco tempo la vita di 4 persone, ferendone altri 20, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha chiesto subito lo stato d'emergenza, paragonando il disastro a un piccolo Vajont.

Zaia ha risposto anche alle accuse del sindaco di Refrontolo, Lorena Collodet, che aveva previsto il disastro, dicendo: "Prevedere un fenomeno così violento e improvviso era impossibile".

Solidarietà alla comunità locale è giunta anche dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, con una nota in cui si legge: "Il Capo dello Stato manifesta vivo apprezzamento a quanti si sono impegnati nelle difficili operazioni di soccorso".

Il governatore del Veneto incalza: "Siamo davanti a un cambiamento climatico. Si è trattato di una bomba d'acqua spaventosa, che ha scaricato una massa impressionante sul torrente Lierza, che scorre accanto all'antico Molinetto della Croda". Zaia in un'intervista ha poi aggiunto che per la sicurezza dei fiumi servirebbe un piano Marshall: "Per mettere in sicurezza il Veneto, servono due miliardi. Ci vuole un piano Marshall. È dal 2010 che lo chiediamo al governo, ma non è successo nulla. La tragedia di ieri, però, non c'entra con il dissesto idrogeologico".

Foto derivata da questa foto (AGI)
Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Politica e politici: notizie sulla politica che si fa raccontare non rivendica alcuna paternità e proprietà.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Autore

La Redazione

La Redazione

La redazione di Politica e Politici ricerca ogni giorno le principali notizie al fine di narrare con cura di particolari gli avvenimenti della politica italiana e non solo.

Commenti

Aggiungi un Commento

Lunghezza massima 2000 caratteri